29 ago 2014

#Discovering Tuscany: Candalla

Un sentiero, una vegetazione rigogliosa, un torrente, roccioni che puntano al cielo.. guadi, vecchi ruderi: un itinerario tra natura e resti di antichi opifici. Nelle Apuane, tra Camaiore e Casoli, nei pressi della località Candalla, lungo la valle del Rio Lombricese, è segnalato un itinerario molto particolare, raro e affascinante, dal nome di “Itinerario turistico-ambientale Opifici del Lombricese”, uno dei pochissimi del genere in Toscana.

Il sentiero si snoda sopra il corso del torrente, il rumore dell'acqua vi accompagnerà per tutto il percorso, natura e vecchi ruderi si confondono ai piedi di una parete di roccia bianca che svetta verso il cielo (parete rocciosa del Pennino di Candalla, usata come palestra di roccia dagli alpinisti.). Gli antichi laboratori (opifici, mulini, frantoi, pastifici, polverifici) del nostro passato, nati sul fiume per sfruttarne l’energia interagiscono con la vegetazione che a poco a poco si stà riappropriando del suo spazio, creando un effetto sorprendente e suggestivo. Oltre le mura però, sono ancora visibili le prese d’acqua, le macine di pietra e vari manufatti delle antiche tecnologie di lavorazione. La vecchia mulattiera si nasconde sotto la vegetazione davvero imponente, a mano a mano il percorso diventa più difficile ma le sorprese sono dietro ogni fronda di albero.



Gli odori, i colori, i riflessi cambiano ad ogni passo.. sembra di entrare in un mondo incantato ma ad uno sguardo più attento si percepisce una presenza passata che faceva di questo percorso un sentiero vivo ed attivo. Se chiudi gli occhi puoi vedere le carrette con i sacchi di farina e sentire le voci dei lavoratori..





Dopo una passeggiata del genere c'è bisogno di rifocillarsi ed allora si presenta l´Osteria Candalla che nasce tra le mura di un antico mulino tuttora lambito da percorsi d´acqua e cascate. Immerso in uno spazio incontaminato, il ristorante e le sue vecchie macine di pietra sono cullati dal defluire dell’acqua cristallina del rio Lombricese, in un´ oasi naturale unica nel suo genere. Davvero un posto carino dove è possibile assaggiare specialità del luogo, perchè anche la cucina Toscana merita un assaggio ;) .

{Please, don't copy or use my photos without permission.}
CANDALLA: Un sentiero, una vegetazione rigogliosa, un torrente, roccioni che puntano al cielo.. guadi, vecchi ruderi: un itinerario tra natura e resti di antichi opifici. Nelle Apuane, tra Camaiore e Casoli

Visualizza DISCOVERING TUSCANY in una mappa di dimensioni maggiori

01 ago 2014

Una storia al sapor di caffè..

“La miscela segreta di casa Olivares”, una storia al sapor di caffè.. di Giuseppina Torregrossa

Questo libro racconta la storia di una donna particolare, una donna ben rappresentata da un chicco di caffè, un chicco dal colorito quasi insignificante. Il caffè crudo, infatti, non ha un buon profumo, ma viene tostato da mani esperte e tocca tali livelli di qualità, dal marrone, al “nero mistero” , fino al dorato, raggiungendo aromi e odori che sono in grado di ammaliare. Anche lei come un chicco di caffè è alla ricerca dei suoi talenti che l’esperienza, la quotidianità, le difficoltà e le gioie di un’intera esistenza tostano fino a farla diventare una donna consapevole dei propri talenti. Questo romanzo regala uno squarcio su una Palermo distrutta dalla guerra, tra bombe e soldati, detriti e macerie, ferita nell’anima, in un percorso a ritroso che porta i protagonisti alla realizzazione di un sogno, fatto di vita nuova, amore e chicchi odorosi.

  Una pausa caffè perfetta con questo romanzo.
Mi ha catturata pagina dopo pagina, 
ammaliata dai profumi 
e incuriosita dai diversi aromi e tipi di caffe... 

{Please, don't copy or use my photos without permission.}